L'Endodonzia è la terapia dell’endodonto (polpa dentaria) composta da cellule vasi e nervi.

Si ricorre alla terapia endodontica qualora una lesione cariosa o traumatica al dente abbia determinato una alterazione irreversibile del tessuto pulpare, fino alla necrosi dello stesso. Rimozione della polpa ed otturazione canalare.

Endodonzia ortograda e devitalizzazione

  • Accesso alla camera pulpare
  • sagomatura e detersione degli spazi endodontici tramite strumenti
  • Irrigazione mediante disinfettanti
  • Otturazione tridimensionale dei canali radicolari

Progressione della infezione pulpare oltre apice.

Endodonzia ortograda e devitalizzazione

Lesioni endodontiche Granuloma apicale

Batteri (anaerobi) colonizzano i canali e determinano risposta infiammatoria

Risposta dei tessuti (sistema immunitario) ad uno stimolo irritativo proveniente dal sistema dei canali radicolari

Organizzazione delle cellule infiammatorie

Granuloma apicale

Cisti radicolare

Cellule epiteliali guaina di Hertwig

Endodonzia retrograda e apicectomia Endodonzia retrograda e apicectomia

Endodonzia retrograda e apicectomia

Tecnica chirurgica con sollevamento di un lembo mucoperiosteo che prevede la rimozione di un opercolo osseo per raggiungere gli apici radicolari.

Progressione della infezione pulpare oltre apice.

Trattamento dell’apice con otturazione retrograda.

Ripercussioni sistemiche (Malattia focale)

Organi bersaglio: cuore, reni, cute, articolazioni

Focolaio cronico

Rilascio di citochine proinfiammatorie dalle cellule immunocompetenti

Alterazione dell’omeostasi immunitaria dell’organismo.

Formazione di immunocomplessi

Precipitazione che avviene preferenzialmente nelle strutture vascolari

Terapia

Endodonzia ortograda (devitalizzazione)

Endodonzia retrograda (apicectomia)

Estrazione

Noxa primaria : carie

Terapia